Aperture e attivitą per la Pasqua e i ponti di primavera

Aperture e attivitą per la Pasqua e i ponti di primavera

Dai percorsi guidati a "La Luna. E poi?" all'audioguida di Geronimo Stilton, fino agli ultimi giorni della mostra "Cosa videro quegli occhi!"

La sede espositiva di Palazzo Parolari in Borgo S. Caterina sarà aperta al pubblico nelle giornate di Pasqua e Pasquetta, domenica 21 e lunedì 22 aprile, giovedì 25 aprile e mercoledì 1 maggio, con il consueto orario 10-18.

Novità per quanto riguarda la mostra temporanea "La Luna. E poi?": da sabato 20 aprile i visitatori potranno toccare con un dito un meteorite lunare fornito dal SSERVI (Solar System Exploration Research Virtual Institute), istituto della NASA --> in questa news tutti i dettagli
I percorsi guidati alla mostra raddoppiano in occasione delle festività: sarà infatti possibile parteciparvi non solo la domenica. Dalla Pasqua fino a domenica 28 aprile 2019 tutti i giorni alle ore 15 i nostri operatori vi accompagneranno lungo il percorso espositivo concludendo la visita al Planetario del museo. Consigliata la prenotazione --> per maggiori informazioni "Missioni spaziali sotto le stelle".  I giovani visitatori della mostra temporanea "La Luna. E poi?" potranno seguire il percorso espositivo accompagnati dalla voce di Geronimo Stilton, il noto topo giornalista protagonista di tante "avventure stratopiche". Il percorso audio è fruibile gratuitamente scaricando la app izi.TRAVEL.

L'esposizione permanente di Palazzo Parolari offre un viaggio nello spazio e nel tempo, con le collezioni di archeologia, mineralogia, paleontologia e zoologia. La visita si sposta dalla splendida collezione Paolo Orsi e la sala Portinaro-Untersteiner, con una preziosa raccolta di vasi antichi di produzione italica, alle sale dedicate ai minerali, ai fossili e agli uccelli, che ospitano alcune delle più importanti collezioni regionali. Nella sala Paleontologica si ripercorre la storia della formazione delle orme dei dinosauri dei Lavini di Marco, con i calchi in grandezza naturale, e si possono vedere esposte alcune uova di dinosauro provenienti dalla Cina.

 

Fino a domenica 28 aprile 2019 sarà visitabile, in un'ala dell'ex Manifattura Tabacchi di Borgo Sacco, l’esposizione temporanea "Cosa videro quegli occhi! Uomini e donne in guerra. 1913-1920", allestita dal Laboratorio di storia di Rovereto, che racconta un fondamentale capitolo della storia del Trentino e dei trentini durante la prima guerra mondiale, con oltre 500 reperti prestati da 50 istituzioni diverse e 150 privati. Aperture previste per i giorni 21, 22 e 25 aprile 2019.

Nel weekend di chiusura sono previste visite guidate gratuite ogni ora, sabato 27 dalle ore 10 alle ore 16 e domenica 28 aprile dalle ore 10 alle ore 18. Sempre in occasione della chiusura della mostra, sabato 27 aprile alle ore 16 presso l'ex Manifattura Tabacchi, il Laboratorio di storia di Rovereto chiama a raccolta tre cori: I Cantori da Verméi, Cantà Promàn e Cuncordu di Castelsardo a rievocare i canti che venivano intonati in tempo di guerra; due attori racconteranno la Storia e le storie che fecero da sfondo, i movimenti e le mescolanze.

 
Scroll to Top