Paolo Orsi. La meravigliosa avventura

Paolo Orsi. La meravigliosa avventura

In una docufiction fortemente voluta dalla Fondazione Museo Civico, emerge la figura di Paolo Orsi, l'archeologi e l'uomo.

Pubblicato il: 08-10-2019

In occasione del trentennale della Rassegna Internazionale del Cinema archeologico, la Fondazione Museo Civico ha voluto realizzare un film documentario sulla figura del grande archeologo roveretano Paolo Orsi, di cui tra l’altro nel 2019 si celebrano i 160 anni dalla nascita.

L’obiettivo è quello di raggiungere un pubblico il più vasto possibile, con un racconto per immagini che celebra il personaggio e al tempo stesso la manifestazione che nel suo nome è nata: "Paolo Orsi, la meravigliosa avventura".

La docufiction si concentra sugli anni giovanili di Paolo Orsi, la sua formazione, il suo rapporto con la città natale, Rovereto, con il Regno d'Italia e asburgico.

E poi il lavoro in Calabria e Sicilia, con le straordinarie scoperte conquistate in anni di lavoro puntuale, rigoroso, instancabile, grazie a quel "metodo Orsi" che trova le sue origini proprio nel nostro territorio montano. Paolo Orsi era, tra l'altro, uno dei soci della Società Alpinisti Tridentini.

Un film fatto di molte voci che accompagnano il documentario perfezionando i dettagli, mostrando anche il lato umano del grande archeologo.

L’escamotage narrativo è quello di far dialogare il presente con il passato, attraverso un’intervista impossibile con Paolo Orsi in persona, interpretato per l’occasione dall’archeologo Carlo Andrea Postinger, che stupisce per somiglianza e capacità interpretativa, e che consente di rendere il personaggio particolarmente attuale. Intense anche le interpretazioni degli altri attori, tra cui Beatrice Festi nei panni della giornalista sulle tracce di Orsi.

Diverse le altre voci che si intrecciano nella narrazione con interviste a Barbara Maurina, conservatrice per l’archeologia della Fondazione Museo Civico di Rovereto e Maurizio Battisti, archeologo del Museo, Armando Tomasi, presidente della Commissione Cultura della SAT e di MIrko Saltori, Storico della Fondazione Museo Storico del Trentino, che firmano anche la consulenza scientifica del documentario, e allo storico Fabrizio Rasera, a Franco Marzatico Soprintendente per i Beni Culturali della Provincia autonoma di Trento e  a Franco Nicolis, direttore Ufficio Beni archeologici della Soprintendenza per i Beni Culturali della Provincia Autonoma di Trento.

La Fondazione Museo Civico di Rovereto sta studiando da anni vita e opere di Orsi, valorizzato anche attraverso mostre e pubblicazioni, ma trent'anni dopo la nascita della Rassegna si è sentita la necessità di narrare con linguaggi attuali i tratti biografici del padre dell’archeologia trentina.

La sceneggiatura del film è stata in parte realizzata attingendo ai documenti dell’Epistolario Paolo Orsi - Archivio Fondazione Museo Civico di Rovereto, e il documentario diventa occasione per valorizzare il ricco patrimonio di lettere e scritti personali recentemente acquisito dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto dagli eredi Orsi, archivio che gli archeologi del Museo stanno studiando e che è tuttora in parte inedito, e che sarà pubblicato nella sua interezza grazie a un progetto sostenuto dalla Fondazione Caritro.

PAOLO ORSI, LA MERAVIGLIOSA AVVENTURA
è un Film della Fondazione Museo Civico di Rovereto, in collaborazione con SAT (Società Alpinisti Tridentini) e Fondazione Museo Storico del Trentino.

e con la Soprintendenza ai Beni Archeologici della Provincia di Trento


Prodotto dalla Filmwork di Trento con la regia di Andrea Andreotti

Con il contributo di:

Fondazione Caritro
ITAS Mutua
Cassa Centrale Banca
Comunità della Vallagarina
Comune di Rovereto

 

 
Scroll to Top