Scienze della Terra

Scienze della Terra

TESORI NASCOSTI: MINERALI E CRISTALLI
Stimolando la partecipazione degli studenti attraverso l'osservazione, la manipolazione e semplici esperimenti su campioni, si descriveranno le caratteristiche chimico-fisiche più importanti dei minerali (composizione, colore, densità, lucentezza, durezza) e si acquisiranno le chiavi di lettura per il riconoscimento e la classificazione. Ulteriori approfondimenti riguarderanno l'importanza dei minerali nella vita quotidiana e l'identificazione sul nostro territorio di giacimenti di minerali, alcuni noti e sfruttati fin dai tempi antichi.
Sede: Palazzo Parolari, in classe, a Sperimentarea
Destinatari: scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 2 ore

MONTAGNE A STRATI: LE ROCCE SEDIMENTARIE
Si presentano le caratteristiche peculiari e formazionali delle rocce sedimentarie, introducendo gli approcci più comuni di classificazione. In museo, attraverso l'utilizzo del sedimentatore e della pressa, si sperimenteranno le diverse fasi del processo sedimentario. Infine, la lettura e l'interpretazione di una carta geologica con rocce sedimentarie stimoleranno considerazioni sugli ambienti sedimentari e sui diversi utilizzi di queste rocce.
Sede: Palazzo Parolari, in classe, a Sperimentarea
Destinatari: scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 2 ore

IL GUSCIO DELLA TERRA: LE ROCCE
Grazie all'osservazione delle caratteristiche macroscopiche (manipolazione di campioni) e microscopiche (al microscopio su sezione sottile), si classificheranno le rocce e si descriveranno i relativi ambienti di formazione. Avvalendosi della carta geologica, il percorso stimolerà gli studenti a trovare collegamenti fra i tipi di rocce disponibili in affioramento e sfruttabili, le caratteristiche di una data roccia e i suoi possibili impieghi commerciali.
Sede: Palazzo Parolari, in classe, a Sperimentarea
Destinatari: scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 2 ore

STORIE DI VITA DAL PASSATO: I FOSSILI
Il laboratorio pone l'attenzione sull'importanza dello studio dei fossili per la ricostruzione dell'evoluzione della vita sulla Terra, per la datazione relativa delle rocce e per la correlazione di sedimenti affioranti in zone anche molto distanti fra loro, e prevede approfondimenti sui principali meccanismi di fossilizzazione. Gli studenti si cimentano nell'analisi e classificazione di campioni di fossili, in particolare della nostra regione, cercando indizi nel sedimento che li ospita per descrivere l'ambiente in cui la roccia si è formata e ricostruire così un tassello della paleogeografia del nostro territorio.
Sede: Palazzo Parolari, in classe, a Sperimentarea
Durata: 2 ore
Destinatari: scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado
Note: Per la scuola primaria, a richiesta, sarà possibile realizzare il calco di un fossile locale.

ALLA SCOPERTA DEL PIANETA TERRA: GUARDIAMOCI DENTRO!
Come gli esseri viventi, anche la Terra è in continua trasformazione. L'attività accompagna alla scoperta della struttura interna della Terra e dei metodi di indagine grazie all'applicazione dei quali si possono distinguere nucleo, mantello e crosta. Per comprendere l'articolazione del guscio resistente del nostro pianeta, dei suoi meccanismi di rottura e di rigenerazione e per interpretare la morfologia attuale della terra, si potranno usare le attrezzature disponibili in aula didattica, come per esempio i modelli delle faglie.
Sede: Palazzo Parolari, in classe, a Sperimentarea
Destinatari: scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 2 ore
Note: Per la scuola primaria, a richiesta, sarà possibile costruire il modello della Terra.

LA FURIA DELLA NATURA E IL TERRITORIO FRAGILE
La Terra è un'entità in costante cambiamento per una serie di fenomeni che modificano continuamente la sua superficie, fino a sconvolgerla. Ripercorrendo la storia italiana, il laboratorio pone l'attenzione sui fenomeni naturali violenti che coinvolgono quotidianamente la terra e l'uomo: alluvioni, eruzioni vulcaniche, terremoti, frane. Con esempi legati alla nostra regione, si introducono i concetti di pericolosità, vulnerabilità e rischio naturale, per capire come attraverso la conoscenza approfondita del territorio si possano attuare strategie di prevenzione e mitigazione del rischio e dettare regole di comportamento che permettano al cittadino di essere più consapevole e responsabile.
Sede: Palazzo Parolari, in classe o a Sperimentarea
Destinatari: scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 2 ore

LA TERRA TREMA
Durante l'esperienza si impara a conoscere cosa sono i terremoti e perché si verificano. In museo si potranno usare i modelli ridotti, dal "sismografo" alle faglie, fino alla pressa. Prendendo confidenza con le onde sismiche e coi sismogrammi che le registrano, si sperimenterà come calcolare l'epicentro e definire la “grandezza” di un terremoto. Una carrellata dei grandi terremoti in Italia aiuterà ad aumentare la consapevolezza sulla sismicità del nostro Paese e delle zone in cui abitiamo, rispondendo alle questioni “Possiamo controllare i terremoti? Come difenderci?”.
Sede: Palazzo Parolari, in classe, a Sperimentarea
Destinatari: scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 2 ore

I VULCANI
A partire dal modello di vulcano, si impara a conoscere una delle modalità in cui il nostro pianeta libera la sua energia e si modifica ringiovanendo le forme della sua superficie. Fenomeno affascinante ma assai pericoloso, l'attività vulcanica è studiata e monitorata anche in Italia. Si presentano i vari tipi di vulcani e le implicazioni che derivano dalla presenza di insediamenti umani in zone soggette a questo tipo di pericolo. Uno sguardo ai vulcani e agli archi vulcanici consentirà di riflettere sulla loro localizzazione che, come per gli epicentri dei terremoti, non è casuale.
Sede: Palazzo Parolari, in classe, a Sperimentarea
Destinatari: scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 2 ore

GLI SCULTORI DELLA TERRA
La morfologia della superficie terrestre è frutto anche dell'opera persistente di precipitazioni, corsi d'acqua, ghiacciai, vento, gelo e disgelo, gravità, senza dimenticare l'uomo. Attraverso la lettura delle forme del nostro territorio, si racconta la sua storia e si indagano i processi esogeni, gli ‘scultori della terra', che giorno dopo giorno scolpiscono e modellano il volto dei paesaggi che ci circondano.
Sede: Palazzo Parolari, in classe, a Sperimentarea
Destinatari: scuola primaria, scuola secondaria di primo grado
Durata: 2 ore

APPENA SOTTO I NOSTRI PIEDI: IL SUOLO
Lo calpestiamo tutti i giorni e lo chiamiamo “terra”, ma che cos'è il suolo? Osservando e manipolando si analizzeranno le sue componenti fondamentali, le sue funzioni e le condizioni ambientali che ne influenzano la formazione. Il laboratorio si pone l'obiettivo di favorire lo sviluppo di una coscienza ambientale evidenziando l'importanza del suolo quale anello insostituibile della catena alimentare e della vita, ma anche risorsa limitata e non rinnovabile da proteggere e tutelare. 
Su richiesta è possibile articolare l'attività in due incontri aggiungendo al laboratorio un'uscita per campionare e descrivere dal vivo il suolo.
Sede: Palazzo Parolari, in classe, a Sperimentarea
Destinatari: scuola primaria, scuola secondaria di primo grado
Durata: 2 ore oppure 2 incontri da 2 ore

A TU PER TU CON IL GEOFISICO
Esperienza didattica unica che permette di prendere dimestichezza con metodi di indagine indiretti utilizzati nella ricerca geologica, ingegneristica e archeologica e al contempo toccare con mano alcune delle possibili ricadute della fisica teorica nella ricerca applicata. L'attività permette di applicare i metodi geofisici di maggior uso, dalla tomografia elettrica alla sismica, dal georadar al telerilevamento, per mettere in luce strutture sepolte quali resti archeologici o sottoservizi. I ragazzi saranno invitati ad organizzare una semplice campagna di indagine e a gestire la raccolta dei dati sul campo. Si illustreranno poi i primi passi dell'elaborazione e dell'interpretazione dei dati e della discussione dei risultati. L'attività all'Area Test può essere integrata con la visione di filmati in cui sono illustrati casi applicativi e lezioni mirate.
Sede: Sperimentarea
Destinatari: scuola secondaria di secondo grado
Durata: da 2 ore a mezza giornata

IL MONDO DEI DINOSAURI: LE ORME DEI LAVINI DI MARCO Outdoor
L'escursione a piedi lungo un suggestivo percorso ad anello articolato in tappe tematiche guiderà gli studenti nella ricostruzione della storia geologica del territorio, partendo dai processi geomorfologici più recenti (fluviali, glaciali, franosi) fino agli eventi del periodo giurassico segnati dalla deposizione dei sedimenti che si sono trasformati nelle rocce che vediamo oggi, dalla presenza dei dinosauri e di molti altri organismi viventi che hanno lasciato le loro tracce.
Sede: Lavini di Marco
Destinatari: secondo ciclo della scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 2 ore
Nota: L'escursione ai Lavini di Marco può essere completata con una visita alla sala di paleontologia del museo, con una attività di laboratorio sulle rocce sedimentarie e i fossili oppure con approfondimenti di idrogeologia presso la Sorgente del Prà e di geomorfologia presso il Fungo di Albaredo.

UNA GIORNATA CON L'ACQUA Outdoor
Percorso guidato per approfondire le tematiche legate all'acqua, risorsa essenziale per la vita, agente modificatore del paesaggio, ma sempre da gestire in modo opportuno tenendo conto del contesto ambientale e dell'interazione con l'uomo e con le sue attività. Con il supporto dei tecnici di Novareti, si propone la visita all'acquedotto di Rovereto e alle sorgenti che lo alimentano, le sorgenti Orco e Spino. L'escursione all'aperto può essere completata con un laboratorio sulle tematiche legate all'acqua.
Sede: sorgente di Spino e Palazzo Parolari
Destinatari: secondo ciclo della scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 2 ore per la visita a Spino e 2 ore per il laboratorio

In collaborazione con NOVARETI

IL CICLO DELL'ACQUA
Il laboratorio approfondisce il ciclo dell'acqua trattando nello specifico i passaggi di stato (fusione, ebollizione, evaporazione e condensazione), i meccanismi di circolazione dell'acqua nel soprassuolo e nel sottosuolo, le forme morfologiche derivanti dagli effetti meccanici, corrosivi e concrezionali dell'acqua in movimento.
Sede: Palazzo Parolari, in classe
Destinatari: scuola primaria
Durata: 2 ore

ACQUIFERI, FALDE E SORGENTI
Il laboratorio di idrogeologia spiega cosa siano un'unità e un sistema idrogeologico, parla di infiltrazione dell'acqua nel sottosuolo, delle zone di accumulo e delle risorgenze, di falde acquifere. Punto di partenza per ragionare sull'importanza e delicatezza dei sistemi idrogeologici e del loro livello di protezione rispetto agli inquinanti, sul concetto di sfruttamento compatibile e sulle norme che tutelano la risorsa idrica e le acque potabili. L'osservazione della Carta provinciale delle Risorse idriche consentirà di portare esempi specifici di acquiferi e di sorgenti del nostro territorio, dei modi di sfruttamento, delle zone di tutela.
Sede: Palazzo Parolari, in classe
Destinatari: scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 2 ore

L'ACQUA CHE BEVIAMO
L'attività è mirata all'analisi degli aspetti legati alla chimica dell'acqua e al concetto di qualità al fine di indirizzare gli alunni alla corretta interpretazione delle diverse classificazioni delle acque e di aiutarli a declinare queste conoscenze nel quotidiano attraverso la lettura delle etichette dell'acqua che bevono.
Sede: Palazzo Parolari, in classe
Destinatari: scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 2 ore

IL CARSISMO e LE SUE STRANE FORME
Attraverso semplici esperimenti, il laboratorio affronta il fenomeno del carsismo, con la genesi delle grotte e di tutta una serie di forme di erosione (campi carreggiati) e di deposizione che caratterizzano gli ambienti carsici. Si presentano diversi tipi di roccia carsificabili, associandoli anche a situazioni locali. A partire dall'aspetto di campioni rocciosi, si ragiona insieme sui processi esogeni che li hanno modellati, interessando i relativi luoghi di ritrovamento.
Sede: Palazzo Parolari, in classe
Destinatari: scuola primaria, scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 2 ore

IL MUSEO DEL FOSSILE DI BRENTONICO
Il percorso, all'interno delle sale di Palazzo Eccheli - Baisi a Brentonico, permette di visionare la collezione Osvaldo Giovanazzi, che conta più di 1000 fossili raccolti nei dintorni della catena del Monte Baldo. Attraverso questi esemplari sarà possibile ricostruire la storia geologica locale del Monte Baldo e del Trentino Meridionale e approfondire il tema dell'interpretazione dei fossili nella storia, dal mito alla conoscenza scientifica.
Destinatari: scuola primaria (II ciclo), scuola secondaria di primo e secondo grado
Durata: 1 ora e mezza
Nota: L'attività può essere abbinata e completata con la visita guidata all'Orto dei Semplici, il giardino botanico di Brentonico.

 
Scroll to Top