Archeozoologia

Laboratorio di Archeozoologia

L'attività di ricerca in campo archeologico è supportata e potenziata dal funzionamento del laboratorio di archezoologia, nel quale vengono analizzati i resti scheletrici animali, mirando, in primo luogo, a fornire dati utili alla ricostruzione dell'economia delle comunità antiche. I dati archeozoologici sono però molto importanti anche per capire altri aspetti del rapporto uomo-animale, in particolare in merito al culto, alle tradizioni, allo status sociale, alla componente psicologico-emotiva, contribuendo inoltre all'interpretazione delle strutture dell'insediamento e dell'ambiente naturale (ecologia) in cui il sito era inserito.

Il laboratorio si propone di offrire anche ad altri enti un servizio professionale di analisi su campioni biologici di scavo.

Nel 2002 il Museo Civico di Rovereto ha ospitato la Tavola Rotonda di Archeozoologia, dal titolo "Le tracce di macellazione dal Paleolitico al primo Medioevo".
Nel 2006 si è tenuto inoltre al Museo Civico il V Convegno Nazionale di Archeozoologia, di cui sono stati pubblicati gli Atti, editi dalle edizioni Osiride di Rovereto, realizzati grazie alla collaborazione e al contributo finanziario dello stesso Museo Civico di Rovereto, della Soprintendenza Provinciale ai Beni Culturali di Bolzano-Alto Adige, Ufficio Beni Archeologici, e al sostegno della Soprintendenza al Museo Nazionale Preistorico Etnografico "Luigi Pigorini" di Roma.

Il laboratorio di archeozoologia possiede una collezione osteologica di confronto relativa a più di un centinaio di individui relativi a quasi 70 specie animali diverse. A causa della loro valenza economica e sociale nel corso della storia umana, le ossa di bue (Bos taurus), pecora (Ovis aries), capra (Capra hircus), maiale (Sus domesticus), cane (Canis familiaris), pollo (Gallus gallus), sono le più importanti ai fini dell'indagine archeologica. In collezione sono però presenti molte altre specie sia domestiche che selvatiche (soprattutto mammiferi e uccelli, ma anche alcuni esemplari di rettili, anfibi e pesci).

Info
marconistefanofondazionemcr.it

 
Scroll to Top