Ricerca in Etologia e Cognizione animale

Ricerca in Etologia e Cognizione animale

Laboratorio di Etologia, ecologia ed evoluzione- EEELab

Il comportamento animale può essere considerato il livello maggiormente integrato delle funzioni di un organismo: consentendo lo spostamento all'interno degli habitat e l'interazione tanto con conspecifici quanto con individui di altre specie, è all'origine di importanti pressioni selettive di tipo evolutivo che interessano l'organismo vivente ad ogni livello, portando ad importanti modificazioni.

La cognizione animale (o etologia cognitiva) si interessa in particolare allo studio della percezione e dell'elaborazione delle informazioni provenienti dall'ambiente esterno da parte di specie animali non umane. Essa è dunque essenziale per capire come funzionano i cervelli degli animali e quali siano le caratteristiche dei "mondi soggettivi" all'interno dei quali essi vivono.

Lo studio delle abilità cognitive di base delle specie animali (ad es.: abilità matematiche, abilità di codifica delle informazioni geometriche del'ambiente, lateralizzazione comportamentale etc.) è importante anche per capire l'origine storico-evolutiva di simili abilità cognitive nell'essere umano (ad es., l'origine delle abilità matematiche).

La Fondazione Museo Civico di Rovereto ha stretto una intensa collaborazione con il Laboratorio di Cognizione animale e Neuroscienze comparate del Centro Interdipartimentale Mente e Cervello - Università di Trento, una collaborazione che vede coinvolti negli studi di ricerca negli spazi del Museo sia tirocinanti dell’università che stagisti delle scuole secondarie.
Questa partnership di articola su due livelli:


Ricerca:

Filoni di ricerca attualmente attivi presso gli spazi del Museo:

  • Lo studio delle abilità proto-matematiche nei pesci, nei rettili e negli anfibi in condizioni di laboratorio e semi-naturalistiche;
  • Lo studio delle abilità matematiche ordinali nei cani;
  • Lo studio della lateralizzazione comportamentale e funzionale nei pesci, nei rettili e negli anfibi, in particolare nel contesto sociale;


Didattica:

Scuole:

  • L’elaborazione di innovative strategie didattiche per la trasmissione di insegnamenti che si riferiscono alle neuroscienze e più in generale al funzionamento del cervello nell’essere umano e nelle altre specie animali;
  • Attraverso la strutturazione di laboratori didattici ad hoc, il fornire agli studenti di ogni ordine e grado gli strumenti per la comprensione dei fondamentali concetti che si riferiscono alla teoria dell'evoluzione e ai meccanismi di adattamento degli organismi al loro ambiente;

Università:

  • La delineazione di laboratori didattici al Museo che affiancano e completano alcuni corsi della facoltà di Psicologia e Scienze cognitive (cfr. Didattica).


Pubblicazioni

  • Pubblicazioni su riviste internazionali in lingua inglese peer-reviewed:

Stancher G., Rugani R., Regolin L., Vallortigara G. (2014). Numerical discrimination by frogs (Bombina orientalis). Submitted to Animal Cognition

Stancher G., Potrich D., Sovrano V., Vallortigara G. (2013). Discrimination of small numerousness in fish (redtail splitfin, Xenotoca eiseni). Animal Cognition, 16(2):307-312

Regolin L., Rugani R., Stancher G., Vallortigara G. (2011). Spontaneous discrimination of possible and impossible objects by newly hatched chicks. Biology Letters, 7(5):654-7

Stancher G., Clara E., Regolin L., Vallortigara G. (2006). Lateralised behaviour in the tortoise (Testudo hermanni). Behavioural Brain Research, 173, 315-319

  • Altre pubblicazioni:

Stancher G. (2013). Intelligenze animali e pregiudizi umani: la sfida dello studio comparato della cognizione animale. Annali del Museo Civico di Rovereto. Vol. 28--> leggi

Stancher G., Quaresmini C. (2013). Alle radici della conoscenza matematica: uno studio sulle abilità numeriche degli anfibi anuri. Annali del Museo Civico di Rovereto. Vol. 28--> leggi

Stancher G. (2013). Numeri ed Evoluzione: Gli animali posseggono una conoscenza intuitiva della matematica?. Studi trentini di Scienze Naturali.Vol. 91 (Edizioni MUSE - Museo delle Scienze)

Stancher G., Rugani R., Pedroni S., Regolin L., Vallortigara G. (2009). Discrimination between 'possible' and 'impossible' bidimensional objects in chicks (Gallus gallus). Atti del XXXI International Ethological Conference I.E.C.-Rennes (France), p. 420

Stancher G., Regolin L., Vallortigara G. (2007). Number discrimination in Bombina orientalis. Atti del 39th Annual General Meeting European Brain Behaviour Society - EBBS

Stancher G., Regolin L., Vallortigara G. (2005). Lateralised behaviour in the tortoise (Testudo hermanni). Atti del XXIX International Ethological Conference I.E.C. - Budapest (Hungary), p. 210

 
Scroll to Top