Occhi puntati sulla cometa Swan

Occhi puntati sulla cometa Swan

Sarą visibile fino alla fine del mese di giugno: ecco come osservarla

Pubblicato il: 15-05-2020

La delusione per la rottura del nucleo della cometa Atlas Y4 (ne abbiamo parlato in una precedente news) potrebbe essere in parte superata grazie al passaggio di un'altra cometa che fa ben sperare, Swan.

Avvistata per la prima volta ad inizio marzo dalla camera Solar Wind Anisotropies (SWAN) montata a bordo della sonda della NASA SOHO, la cometa Swan ha catalizzato l'attenzione di tutto il mondo dell'astronomia, prima nell'emisfero australe e poi, in questi giorni, anche nei nostri cieli.

È infatti visibile anche per noi in Italia già in questi giorni, all'alba guardando verso nord-est. A partire dal 18 maggio invece si potrà osservare anche poco dopo il tramonto vicino alla linea dell'orizzonte a nord-ovest. Dal 25 maggio sarà visibile tutta la notte nei cieli dell'Italia settentrionale, sempre posizionata vicino all'orizzonte, guardando verso nord. Verso la fine di maggio, nonostante sia il periodo di maggior luminosità, la cometa sarà più difficile da individuare nel cielo perché molto bassa sulla linea dell'orizzonte.
Ricordiamo che prevedere l'andamento di luminosità di una cometa è molto complicato perché sono soggette a variazioni anche improvvise.

Vi segnaliamo la mappa pubblicata dalla American Astronomical Society che traccia il percorso della cometa Swan per tutto il mese di maggio --> skyandtelescope.org Swan Map

[immagine di copertina: Long Tailed Comet SWAN Credit & Copyright: D. Peach, Chilescope team - APOD NASA]

[fonti: https://apod.nasa.gov/apod/ap200429.html
https://www.universetoday.com/145617/comet-y4-atlas-breaks-up-enter-comet-f8-swan/]

 

 
Scroll to Top